Porte aperte al deposito San Donato M3

Share Button

Alle 14.30 si parte dal deposito ATM di Baggio. Rientro alle 17.30.

Share Button

“Sotto un’altra luce”: porte aperte al deposito S.Donato

Nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 dicembre 2016 ATM ha aperto le porte del deposito di San Donato ad appassionati, bambini incuriositi o a semplici pendolari interessati ad osservare ciò che sta dietro le quinte di un apparente semplice viaggio di un convoglio metropolitano

Leggi tutto “Porte aperte al deposito San Donato M3”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Model Expo Novegro 2016

Share Button

Hobby Model Expo

dal 24 al 26 settembre

È dalle piccole cose messe insieme che si vede quanto è grande l’ACT.

Anche quest’anno l’ACT ha spopolato in materia, e con solo un piccolo plastico tranviario natalizio dedicato ai bambini; ma dove gli “appassionati” di fermodellismo, ed intendo quelli che quando si presentano ti dicono: «Sa, io ho…» ricordandoci quella famosa frase «Lei non sa chi sono io». Questi si ostinavano a cercare di individuare esattamente in che scala era, stracciandosi le vesti naturalmente dopo aver saputo che era un tram di legno unico nel suo genere e che funzionava a pile!!!

Per noi invece era bellissimo sentire i bambini dire: «Papà, guarda il tram di Natale», e quanti piccoli l’hanno esclamato!

 

Poi, sempre importante per noi, è stato inoltre portare a conoscenza del pubblico “esigente” una mostra di veri pezzi di antiquariato dei tram torinesi, tra i quali si trovava in bella vista un intero combinatore delle vetture serie 3100 ex ATM Torino oggi GTT.

 

La raccolta di cimeli dell’ex ATM di Torino: al centro il combinatore, pesantissimo perché completo, di un tram serie 3100, con a fianco un piccolo controller di carro ponte trasbordatore ed a destra si nota un sedile viaggiatori sempre delle vetture 3100. Si vedono inoltre i vari oggetti esposti, tra cui spicca la costruzione fatta appositamente da Manuel per meglio mostrare alcuni cimeli anche di piccole dimensioni

Molti i giovani ”appassionati” di tram che si sono avvicinati al nostro stand per sapere chi siamo e che cosa facciamo. Tra questi un ragazzino di 15 anni che è tornato a Novegro dopo due anni, ricordandoci di aver preso da noi un modello in scala dei tram romani e che alla sua età di 13 anni ha montato, poi lo ha esposto in un concorso al suo Paese ed ha vinto il primo premio. Inutile dirvi che con suo padre presente si è iscritto subito all’ACT, specificando che due anni fa era troppo piccolo per farlo.

Cosa dire quindi? Successo raggiunto, grazie anche alla partecipazione dei Soci che hanno presenziato allo stand, anche se una piccola pecca c’è stata: il trasporto ma non ci sentiamo di farvi una colpa, tra chi studia e chi lavora, però solo in due alternandoci siamo stati in alcuni momenti proprio in grande difficoltà.

Un doveroso ringraziamento quindi va giustamente dato a Manuel, che in qualità di responsabile della Sede ha curato l’esposizione dei cimeli a ricordo del nostro Socio Davide Penno, ed è stato presente a Novegro tutti e tre i giorni. Ma soprattutto a Claudio sempre pronto a correre in aiuto, sia mettendo a disposizione il proprio furgone, sia le sue “forti” braccia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Un tram a tutta birra

Share Button

Alle 14.30 si parte dal deposito ATM di Baggio. Rientro alle 17.30.

Share Button

Un tram a tutta birra

Domenica 16 ottobre 2016 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Share Button

Giro speciale in bus riservato a Bernate e il Ticino.

Share Button

 

 

ultimo aggiornamento dell’articolo: 11 giugno 2016

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

San Biagio bagnato…

Share Button

La pioggia è stata solo un originale diversivo per il tram di San Biagio 2016 ACT!

Share Button

ASSEMBLEA GENERALE ED UN TRAM SOTTO LA PIOGGIA

Milano 7 febbraio 2016

La mattina alle 10:30 è iniziata in perfetto orario l’Assemblea Generale ACT che si è conclusa con un luculliano pasto composto di lasagne e risotto ai funghi e salsiccia che hanno riempito abbondantemente anche le pance dei più voraci soci ACT.

La torta chantilly poi ha concluso in bellezza le libagioni con grappa fatta in casa e caffè finali.
Il primo pomeriggio ci si è trasferiti tutti quanti al Deposito Baggio per il Tram speciale e qui ci siamo trovati una piccola sorpresa negativa che stava facendo andare a rotoli l’iniziativa di noleggio della 711, ma andiamo con ordine.

Stava proprio per iniziare male l’uscita con la 711, ma le maestranze ATM hanno dimostrato come non mai un attaccamento ai tram che li contraddistingue.

La nostra veterana 711 rimessa a nuovo nel cielino che ha subito una bella rinfrescata di bianco e l’aggiunta dei lampioncini mancanti, tutti nuovi di zecca, per un lieve difetto di funzionamento della sabbiera stava per essere sostituita all’ultimo momento dalla arancione 1736. Ma la nostra insistente richiesta di non cambiare vettura ha messo in moto un’azione combinata che ha fatto sì che la 711, nonostante il suo piccolo acciacco, potesse uscire tranquillamente con gli Amici del Tram a bordo e fare il suo giro per la città in tutta sicurezza.

Sistemata la piccola defezione, eccoci, prima di uscire anche se un po’ in ritardo, a fare la foto di gruppo internamente al deposito nonostante la sorveglianza ci avesse negato di farlo, abbiamo disubbidito lo so, ma fuori pioveva dai, speriamo che ci perdonino anche questa volta.

Fatta a gran fatica la foto di gruppo perché stranamente questa volta nessuno se ne stava fermo, ma pensavano a cosa i Soci?

Ve beh, non stiamo ad indagare!

Alla buon’ora siamo partiti sotto una pioggia comunque poco insistente ed abbiamo potuto tranquillamente anche fare numerose foto lungo il tragitto che da prima ci ha portato a Cordusio dove è salito un Ispettore d’esercizio che ci ha accompagnato qualora fosse successo qualcosa alla veterana 711, ma nulla è accaduto e lo stesso ispettore è rimasto entusiasta di aver fatto il viaggio con noi.

Lungo il tragitto siamo stati raggiunti da Ambrogio il quale ci ha prestato delle preziose velette per fare foto indimenticabili, anche perché si fotografava un tram sotto la pioggia, quando tutti hanno foto di tram con il sole od al massimo con la neve, vuoi mettere?

L’unica sosta prolungata in piazzale Lagosta l’abbiamo fatta in compagnia del Tram City Tour 2, lasciando passare il 33 di linea e quindi facendo l’anello intorno al mercato rionale che sta in mezzo alla piazza.
Degustazione di “chiacchiere”, brindisi e naturalmente il panettone di San Biagio rigorosamente avanzato dal Tram di Natale come nostra tradizione, che poi è una tradizione milanese che si rimanda ai tempi remoti della città comunale.

Visto il ritardo alla partenza, il rientro è stato più spedito del solito, ovvero senza fermate, ad andatura lenta ma costante, tutto ciò per poi potersi fermare nei pressi di Santa Maria delle Grazie per fare l’ultima foto degna di questa uscita particolare sotto la pioggia.

Internamente alla vettura abbiamo avuto anche due ospiti: madre e figlio grande che si è interessato molto all’ACT, speriamo di iscriverlo presto.

I lampioncini creavano all’interno della vettura un’atmosfera da primi Novecento, anche se la vettura è una ricostruzione post bellica del 1948.

È stato un pomeriggio magico diverso dagli altri, all’interno della vettura regnava un’atmosfera di amicizia, mentre il gruppetto sempre compatto di fotografi, saliva e scendeva tranquillamente nonostante la leggera pioggia, mai forte da dare fastidio più di tanto, forse ha reso qualche foto un po’ più scura delle altre, ma è andata bene così, perché al rientro erano tutti soddisfatti.

Al prossimo giro in tram dunque!

Paolo Pagnoni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

San Biagio 2016 si avvicina!

Share Button

Quest’anno l’ACT vi propone qualcosa di diverso per festeggiare insieme il Natale.

Share Button

 

La reginetta di San Biagio 2016
sarà la 2 assi 711

 

 

ultimo aggiornamento dell’articolo: 25 gennaio 2016

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

30° Tram di Natale ACT

Share Button

Un altro riuscito ritrovo in casa ACT, col tradizionale Tram di Natale, quest’anno giunto alla 30ª edizione.

Share Button

20 dicembre 2015

Con il 30° Tram di Natale ACT sono terminati i festeggiamenti del trentennale che ha visto durante l’anno alcune tra le migliori manifestazioni organizzate dal nostro sodalizio.

Il Tram di Natale, giunto alla sua trentesima edizione, questa volta era affollato dai Soci, pochi i non iscritti; naturalmente, come ormai d’abitudine, la parte del leone l’ha fatta il nostro autentico Babbo Natale con i bambini che gli tiravano la barba per vedere se fosse vera e con grande stupore, notando i molti finti Babbi Natale in giro, restavano un po’ perplessi. Quest’anno il nostro Babbo Natale è stato inoltre coadiuvato da un nostro giovane Socio, Stefano, figlio di un nostro Grande Amico di ATM.

Il taglio del panettone da 10 kg
il nostro Babbo Natale

Vestito da autentico Gourmet, visto che si è diplomato l’anno scorso ha posato con in mano il panettone da 10 kg che poi ha sapientemente tagliato a fette sotto lo sguardo di chi di dovere. Babbo Natale naturalmente che nella sua vita, prima di fare il tranviere, (conducente di autobus e poi Ispettore) ha fatto migliaia di panettoni quando lavorava all’ALEMAGNA.

Brindisi a non finire hanno allietato il giro in tram che si è svolto nella massima correttezza ed ha appagato anche i fotografi, un una foto alt il Socio Enrico è stato costretto ad una performance che ha compiuto con grande caparbietà per poi, come meritato premio, fotografare il tram tutto e solo per lui.

Siamo alla fermata Garibaldi RFI; si nota la fascia argentea sulla vettura che dona alla 1798 quel tocco di eleganza

La reginetta della giornata è stata invece la “carrello” 1798 arancione del deposito Messina dotata di fascia argentea lungo le fiancate che la rendevano così più elegante delle altre vetture orange. All’interno tante lucine colorate e festoni brillanti rendevano l’ambiente natalizio al massimo.

Il tram di Natale esce dal deposito Messina preceduto d Babbo Natale

Un grazie di cuore ai Soci Jacopo e Mirko per l’aiuto nell’allestire gli addobbi la mattina prima del giro pomeridiano.

Interno vettura addobbata

L’atmosfera che quest’anno si è creata a bordo è stata veramente eccezionale, tutti si sono divertiti, fotografi e non, ed era presente anche la nonna di un nostro giovane Socio che compiva 88 anni alla quale l’ACT ha riservato un regalo speciale molto apprezzato.

Tutti i Soci si sono dati un grandaffare ad andare avanti ed indietro sul tram per distribuire prima le monete di cioccolato, poi gli spumanti dolci e secchi e le generose fette tagliate dal panettone da 10 kg confezionato dalla famosa pasticceria COVA di Milano, e pandoro per chi non ama le uvette e canditi.

Insieme con la documentazione con biglietto speciale, una novità che già dal precedente tram ha sostituito i cartellini con vivo apprezzamento da parte dei Soci, è stato distribuito a quelli presenti, manco a farlo apposta, il n° 30 di ACTUAL.

Insomma una festa ben riuscita in Amicizia sul tram, conclusa con la rituale foto di gruppo e lo scambio di Auguri a non finire.

Paolo Pagnoni

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Natale con l’ACT

Share Button

Quest’anno l’ACT vi propone qualcosa di diverso per festeggiare insieme il Natale.

Share Button

 

Il nostro coloratissimo
tram di Natale

 

 

ultimo aggiornamento dell’articolo: 8 novembre 2015

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Un fantastico 30° per l’ACT

Share Button

Una giornata memorabile per l’ACT, che ha sfoggiato la nuova sede in concomitanza col 30° dalla fondazione.

Share Button

Il 18 ottobre 2015
Buon compleanno ACT!

Il 18 ottobre 2015 sarà ricordato negli annali ACT come lo è stato l’8 ottobre del 2000 quando con le motrici 701 e 711 si è festeggiato il 15° ACT e dove un Socio a gran voce durante il brindisi al taglio della torta disse: «ad altri 15 anni di ACT».

Tutto ciò si è avverato grazie alla costanza dei Soci che sono sempre rimasti fedeli all’Associazione e che oltre a “supportarmi” mi hanno anche diciamolo pure “sopportato”. Il problema, affrontandolo apertamente, è che quando sono in veste di Presidente ACT non sono più il Paolo amico benevolo ed affettuoso con tutti, ma il Pagnoni, come qualcuno mi definisce con il “cognome” un po’ sprezzante a dire il vero e confonde le due cose.

Come Presidente faccio solo ed esclusivamente gli interessi dell’ACT, cerco con tutta la mia buona volontà di organizzare al meglio le manifestazioni portando anche quel pizzico di sorpresa che non guasta mai, ed alla fine dei viaggi chissà il perché, anche se poi qualcosa è andato storto, sono tutti felici e contenti per aver passato una piacevole parte di giornata in amicizia sul tram che è il nostro motto e che non va mai dimenticato.

Premesso ciò, passiamo a raccontare la grande giornata dell’anniversario dei 30 anni di ACT, vissuta dai Soci già la mattina presso la Sede ACT, con i complimenti di chi l’ha vista per la prima volta.

Si è parlato di tram, soprattutto, ma anche si sono messe le basi delle future iniziative che saranno poi discusse in fase di Assemblea.

Nella nuova sede gli Amici del tram hanno potuto ammirare i cimeli tranviari e non, ed è arrivata in anticipo la “befana”, “come come?” direte Voi: la Befana?

Sì, proprio la mattina è arrivato un regalo per il nostro compleanno molto particolare; una serie di cimeli tranviari torinesi, tra cui addirittura un intero controller e due sedili ed altro ancora, pezzi storici che presto saranno restaurati e messi in mostra nella nostra Sede, magari con una speciale giornata dedicata.

Dopo la “pizzata” tutti in compagnia naturalmente, ci si è trasferiti alle porte del deposito Baggio in attesa del grande evento: l’uscita della 711.

Il giro per la città programmato è stato leggermente diverso da quello stabilito per colpa di una manifestazione prevista in via Manzoni, ma in sostanza abbiamo percorso come volevamo una tratta dei binari della futura linea 10, dove la nostra “reginetta” a due assi velettata 10 per l’occasione e munita di cartello inaugurazione linea ha fatto, come si sul dire, la sua, “sporca figura”.

Certo è che il vedere una vettura tranviaria a due assi di tipo antiquato verde chiaro e verde scuro sotto le modernissime torri di cristallo della zona City di Garibaldi ha qualcosa dell’incredibile e le numerose foto scattate ne sono la dimostrazione.

La 711 a Garibaldi anticipa la fututa linea 10 che sarà inaugurata il 1° novembre

Per ben quattro volte siamo passati per il centro attirando l’attenzione dei numerosi passanti e soprattutto stranieri in città in visita in occasione dell’EXPO, tanto che i numerosissimi flash dei telefonini facevano da corollario al nostro passaggio.

la 711 in Cordusio

Tutti a vedere quello strano tram con quelle persone a bordo che stavano in allegria e con un po’ di invidia, diciamolo pure, poi vedevano la vettura allontanarsi senza poterci salire sopra.

foto di gruppo

La sosta in piazza Castello ci ha dato anche la possibilità di vedere il rosso tram del Perù e scattare altre foto.

Tra lo stridore dei bordini sulle curve dovuto al lungo passo del truck e la lama spartineve che anteriormente ogni tanto andava a sbattere sui masselli, il giro è durato le classiche tre ore, anche se siamo partiti un po’ in ritardo per i soliti ritardatari che hanno dato la colpa all’autobus acerrimo nemico del tram e che si è fatto aspettare un po’ a lungo.

A piazza De Angeli gli ACT si affacciano per un’istantanea-ricordo
A Di Santa Maria delle Grazie i fotografi si affrettano a risalire dietro arriva il tram 16 di linea

il rientro al deposito di Baggio

 

Tornati al deposito Baggio, ci si è trasferiti tutti quanti nella Sede per festeggiare degnamente e con calma l’anniversario. Questo lo si è potuto fare grazie proprio alla Sede, se no avremmo dovuto sistemare alla bell’e meglio tutto sul tram con problemi di spazio, soprattutto vista la piccola vettura noleggiata per l’occasione.

Altra ammirazione della nostra Sede da parte di chi non l’aveva visitata la mattina, ma la sorpresa unica nel suo genere è stata la torta, ovvero quando il “Nostro” ha alzato il grande coperchio di un’enorme scatola e tutti hanno potuto ammirare la torta fatta appositamente dal nostro Socio Davide che si è dimostrato essere un valente pasticcere anche se appena diplomato.

la torta

Inutile dire che, sebbene la torta fosse di dimensioni generose, è stata completamente divorata dagli astanti in un batter d’occhio, accompagnata la degustazione da vari vini spumanti e non che hanno reso ancora più felici le persone presenti.

Per concludere sono state accolte anche due nuove iscrizioni all’ACT e si è discusso anche di varie argomenti, dove tutti ci si è trovati d’accordo, come per l’arrivederci al prossimo Tram di Natale del 20 dicembre.

Paolo Pagnoni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Novegro rimane una fonte di richiamo!

Share Button

Una giornata memorabile per l’ACT, che ha sfoggiato la nuova sede in concomitanza col 30° dalla fondazione.

Share Button

Fine settembre 2015

È stato il Novegro più faticoso della storia ACT, soprattutto per la mancata partecipazione dei Soci nei lavori di trasporto e montaggio, ma ce la siamo cavata lo stesso alla grande, grazie a due Soci volenterosi, Claudio e Cristiano, che hanno messo a disposizione i loro mezzi e le loro braccia.

Inutile dire il successo ottenuto anche quest’anno con le nostre immancabili novità in mostra, mai ripetitive e, se per caso lo sono, hanno comunque un qualcosa in più differente dal passato.

Il nostro stand si presentava con l’ormai famosa scrivania a forma di frontale di tram, quest’anno con faro e frecce funzionanti e ridipinta per l’occasione in biverde con riproducente il n° di serie 1985, ad indicare il trentesimo anno di vita dell’ACT, con tanto di campana tranviaria che quando veniva azionata attirava l’attenzione dei numerosi visitatori: stupiti rimanevano soprattutto i bambini, i quali accorrevano per poi azionare loro stessi la campana, togliendosi così una soddisfazione per loro enorme e facendo felici sia i genitori, sia noi dopo le fatiche affrontate per allestire il tutto. Pensate che una parete dello stand è stata trasformata come una fiancata vera di un tram!

il nostro stand

Era presente il plastico nell’armadio del “gambadelegn” in scala H0 che come soluzione, accattivante per le signore, si vedono i plastici dei mariti occupare spazi della casa, insieme con una novità assoluta unica nel suo genere: «il tram nella botte». Si trattava di un anello in scala N dove circolava un tram di Milano a carrelli in scala sempre N motorizzato dal nostro Presidente e che ha meravigliato tutti quanti perché nessuno poteva credere di poter motorizzare il modellino della “carrello” che viene venduto anche nelle edicole come souvenir di Milano in numerose versioni.

il successo non è di tutti ma di chi sa portare idee nuove e fa stupire gli altri: il tram nella botte ACT è stato il soggetto che ha più meravigliato i visitatori ed è stato il più ammirato e fotografato dell’intera esposizione di Novegro. Alcuni hanno portato grandi cose si, ma erano le solite cose, noi nel nostro piccolo abbiamo portato un plastico del Gambadelegn in scala H0 (plastico nell’armadio) ed il tram in scala “N” nella botte: due piccole cose che ci hanno resi grandi

La botte dotata all’uopo di sportello apribile mostrava all’interno un porta-velette originale dedicato alla ormai “defunta” circonvallazione 29/30, mentre il “trammino” gli girava intorno proprio come una circolare.

Al chiudersi dello sportello tutto si fermava, ma aprendo di nuovo lo sportello si accendeva una luce interna ed il tram ricominciava a girare: una chicca nel suo genere che sarà senz’altro riproposta, ma in versione diversa, visto che è stata l’attrazione più ammirata di tutta la manifestazione modellistica.
Per finire la parte modellistica è stato riproposto dopo diversi anni lo spaccato della stazione della M1 rossa di Wagner sempre in scala H0 e fotografato da molti.

Ottimo come sempre il risultato del rinnovo tessere da parte dei fedeli Soci ACT che ci sono venuti a trovare.

Successo anche per la nuova monografia sulle 5000 presentata in assoluta anteprima a Novegro.

Quest’anno poi, durante la manifestazione, hanno giocato un ruolo importante soprattutto le nuove leve capitanate dal nostro Manuel responsabile della Sede ACT, che fanno ben sperare e non hanno mai lasciato da solo il nostro Presidente a presenziare lo stand dandosi un grandaffare.

La Direzione di Novegro poi ci ha concesso uno stand ben posizionato d’angolo nel padiglione centrale, che ha così premiato i nostri sforzi durante tutti questi anni di partecipazione che dalla nostra parte è sempre stata offerta gratuitamente, ovvero noi non abbiamo mai chiesto contributi e mai lo faremo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail