Presentato il mock-up dei nuovi treni regionali

Share Button

Nella mattinata del 17 aprile 2019, in piazzale Cadorna, alla presenza del Governatore della Lombardia Attilio Fontana, dell’Assessore Claudia Maria Terzi, del presidente di FNM Andrea Gibelli e dell’AD di Trenord Marco Piuri, è stato svelato il “mock-up” dei nuovi treni “Caravaggio”, facenti parte del programma di rinnovamento della flotta di Trenord approvato e finanziato con 1,6 miliardi da Regione Lombardia, la quale prevede l’acquisto di 161 nuovi treni.

Porta unica di dimensioni generose.
La cabina di condotta.
L’interno.
Ampi finestrini nella parte superiore.

Nel settembre 2018, Hitachi Rail si è aggiudicata la commessa, della durata di 8 anni, che contempla la fornitura di convogli ad alta capacità di tipologia bloccata, per un numero compreso tra 50 (30 a configurazione corta e 20 a configurazione lunga) e 120, i quali entreranno in servizio, a partire da maggio 2020, a coppie con cadenza mensile. Leggi tutto “Presentato il mock-up dei nuovi treni regionali”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Milano-Limbiate: qualche anno ancora e poi?

Share Button

Assemblea pubblica a paderno dugnano

Si è svolta venerdì 16 giugno 2017, presso la Sala Consiliare del Comune di Paderno Dugnano, ente patrocinante, un’assemblea pubblica promossa da UTP (Associazione Utenti del Trasporto Pubblico), dal Gruppo Naturalistico della Brianza e dal gruppo “Salviamo il tram della Comasina”.

All’incontro erano presenti gli assessori Granelli di Milano, Tonello di Paderno, Ceschini di Limbiate, Boccafoglia di Varedo, la Consigliera con delega alla mobilità di Città Metropolitana, Siria Trezzi, gli ingegneri di Metropolitana Milanese e due tecnici della Provincia di Monza e Brianza e della Regione, ente che per primo si è impegnato a stanziare i fondi per la messa in sicurezza.

Assente è stata, invece, la dirigenza ATM la quale ha però inviato un comunicato dove illustrava cosa si sta facendo oggi per la messa in sicurezza. Gli interventi riguardano il censimento di tutti i passi carrai, la loro messa in sicurezza tramite segnali ottici e luminosi, la sostituzione delle traversine ammalorate, di parte dei binari e di qualche elemento della linea aerea.

Si sono poi illustrate le vicende dalla revoca del nulla osta all’esercizio fino al salvataggio in extremis, quando proprio si stava rischiando di dire addio al Frecciarancio. «Dal Primo Maggio, per il rotto della cuffia si è evitata la sorte della Desio», seppur con un servizio ridotto ma indispensabile ad evitare l’abbandono della linea. Leggi tutto “Milano-Limbiate: qualche anno ancora e poi?”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail