Novegro – settembre 2014

Share Button

Tanti i motivi d’attrazione preparati dall’ACT per l’appuntamento di fine settembre di Novegro.

Share Button

L’ACT ha di nuovo fatto colpo

Una Novegro così non la si vedeva da tempo: giunta al suo 38° appuntamento, ha festeggiato con una partecipazione di molte migliaia di visitatori.

Come sempre, il venerdì è frequentato dagli interessati alle novità, diciamo i cultori del modellismo. Il sabato si verifica sempre un grande affollamento e molti sono portati agli acquisti modellistici, perché, grazie alla presenza dei tanti rivenditori, si possono comparare i prezzi e fare anche buoni affari, mentre la domenica è in un certo senso riservata alle famiglie intere di mamme, papà e figli.

I soliti “appassionati” che hanno i loro problemi esistenziali invece sono presenti tutti e tre i giorni.

Il nostro stand, quest’anno strategicamente in posizione d’angolo, ha ricevuto la visita di migliaia di persone tutte interessate a vedere il plastico tranviario da Guinness dei primati, ovvero il primo in Italia di sicuro, lungo ben 4,25 metri, ma tra i primi anche in Europa, completamente digitale e soprattutto omogeneo, ovvero non composto da vari pannelli uno differente dall’altro, uniti tra loro in modo da poter anche vantare di andare da Milano a Torino, ma che non hanno una loro sequenza logica, né capo né coda.

Le nuove pubblicazioni sono andate a ruba: sia la monografia delle 600, sia il nuovo libro fascicolato di ben 72 pagine sui “binari a Varese” con la storia dei tram varesini e che ha conquistato il palato dei lettori di rotaie.

Anche il nuovo DVD sulla Socimi è andato esaurito.

Ricordiamo che l’Autore principale del plastico è il nostro Socio Luca Zambianchi che nelle precedenti edizioni aveva presentato l’avvio di quest’opera, il Socio Gianluigi Ferrari -mago dell’elettronica- che ha cablato ed elettrificato il tutto e l’immancabile Christian Barenghi che ha costruito la struttura portante.

Rispetto alla collocazione dell’anno scorso, questa volta ci è andata di lusso e non possiamo fare altro che ringraziare la Direzione di Novegro tutta, nella speranza di ripeterci nell’autunno del 2015, dove i nostri Paolo e Christian, nonostante Novegro 2014 dovesse ancora terminare, hanno già progettato cosa esporre come novità: eh sì, perché l’ACT a Novegro non ha mai portato in esposizione la stessa cosa due volte, a differenza di molti altri, ma sempre novità assolute!

Ogni tanto il suono della campana originale di una “carrello” richiamava l’attenzione ai visitatori che transitavano un po’ distratti.

ultimo aggiornamento dell’articolo: 6 ottobre 2014

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.