La Regione riparte
con le infrastrutture

Share Button

La Regione Lombardia, con delibera n. 3531 del 5 agosto 2020, ha approvato il “Programma degli interventi per la ripresa economica-variazioni al bilancio di previsione 2020-2022”: grazie a un investimento regionale di 3,5 miliardi di euro, destinati a Comuni, Province ed altri enti della Lombardia, potranno essere messe in campo azioni per un valore complessivo di 5,5 miliardi.

Per le infrastrutture, è previsto un finanziamento di circa 1,9 miliardi di euro, che permetterà di realizzare interventi su tutto il territorio, frutto di un ampio lavoro di consultazione partecipata con gli stakeholder e gli enti locali. Più dettagliatamente:

  • opere ferroviarie del valore di 458 milioni di euro
  • interventi per il trasporto pubblico e l’intermodalità per 234 milioni di euro
  • interventi per la navigabilità per 18 milioni
  • interventi per la mobilità ciclistica per 115 milioni
  • interventi stradali e di manutenzione per 2 miliardi e 170 milioni

Nel totale degli investimenti sono contemplati anche quelli destinati ai Giochi Olimpici Invernali Milano-Cortina 2026, per un valore di 900 milioni di euro.

Tra le opere di maggior rilevanza troviamo la realizzazione della linea metrotranviaria T2 tra Bergamo e Villa d’Almè, il completamento dell’installazione dell’ACC‐M tra Saronno e Como, il raddoppio della Novara-Turbigo, il miglioramento dell’interscambio tra la metrotranvia Milano-Seregno e la stazione di Seregno e i prolungamenti a Monza delle linee metropolitane M1 ed M5. Leggi tutto “La Regione riparte
con le infrastrutture”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Approvato il progetto preliminare
per il potenziamento
del nodo di Seveso

Share Button

Durante la seduta di Giunta Regionale n° 97 del 23 marzo 2020, è stato approvato, su proposta dell’Assessore alle Infrastrutture della Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, il progetto di fattibilità tecnica ed economica del potenziamento del nodo ferroviario di Seveso, appartenente alla rete di proprietà di Ferrovie Nord S.p.A.

Gli interventi approvati riguardano i raddoppi Seveso-Meda e Seveso-Camnago, appartenenti rispettivamente alle linee Milano-Seveso-Asso e Milano-Seveso-Camnago, nonché delle opere sostitutive ai passaggi a livello nel Comune di Seveso. Si prevede, inoltre, la realizzazione di un binario lungo 2,7 km tra le stazioni di Arosio ed Inverigo, in affiancamento all’attuale linea a semplice binario. Leggi tutto “Approvato il progetto preliminare
per il potenziamento
del nodo di Seveso”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Open day del nuovo Caravaggio

Share Button

Un viaggio “regalo” a bordo del nuovo treno Caravaggio in occasione delle festività natalizie: sabato 21 dicembre Trenord ha proposto un “Open Day” del convoglio, che ha circololato sulla linea S11, tra Milano Porta Garibaldi e Como San Giovanni, per consentire ai passeggeri di sperimentare in anteprima l’esperienza di viaggio offerta dal nuovo mezzo, che entrerà in servizio sulla linea nella seconda metà di gennaio 2020.

Como San Giovanni. (21-12-’19)
Milano Porta Garibaldi. (21-12-’19)
Milano Porta Garibaldi. (21-12-’19)

Per l’occasione, è stato possibile viaggiare gratuitamente sulle corse effettuate dal Caravaggio e su tutti gli altri treni in circolazione sulla linea S11, grazie ad un biglietto speciale gratuito distribuito il giorno stesso dell’evento a bordo del treno o in prossimità degli accessi ai vagoni; in carrozza sono state proposte animazioni per grandi e bambini.

Il biglietto speciale. (21-12-’19)

Leggi tutto “Open day del nuovo Caravaggio”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Presentato il mock-up dei nuovi treni regionali

Share Button

Nella mattinata del 17 aprile 2019, in piazzale Cadorna, alla presenza del Governatore della Lombardia Attilio Fontana, dell’Assessore Claudia Maria Terzi, del presidente di FNM Andrea Gibelli e dell’AD di Trenord Marco Piuri, è stato svelato il “mock-up” dei nuovi treni “Caravaggio”, facenti parte del programma di rinnovamento della flotta di Trenord approvato e finanziato con 1,6 miliardi da Regione Lombardia, la quale prevede l’acquisto di 161 nuovi treni.

Porta unica di dimensioni generose.
La cabina di condotta.
L’interno.
Ampi finestrini nella parte superiore.

Nel settembre 2018, Hitachi Rail si è aggiudicata la commessa, della durata di 8 anni, che contempla la fornitura di convogli ad alta capacità di tipologia bloccata, per un numero compreso tra 50 (30 a configurazione corta e 20 a configurazione lunga) e 120, i quali entreranno in servizio, a partire da maggio 2020, a coppie con cadenza mensile. Leggi tutto “Presentato il mock-up dei nuovi treni regionali”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Milano-Limbiate: qualche anno ancora e poi?

Share Button

Assemblea pubblica a paderno dugnano

Si è svolta venerdì 16 giugno 2017, presso la Sala Consiliare del Comune di Paderno Dugnano, ente patrocinante, un’assemblea pubblica promossa da UTP (Associazione Utenti del Trasporto Pubblico), dal Gruppo Naturalistico della Brianza e dal gruppo “Salviamo il tram della Comasina”.

All’incontro erano presenti gli assessori Granelli di Milano, Tonello di Paderno, Ceschini di Limbiate, Boccafoglia di Varedo, la Consigliera con delega alla mobilità di Città Metropolitana, Siria Trezzi, gli ingegneri di Metropolitana Milanese e due tecnici della Provincia di Monza e Brianza e della Regione, ente che per primo si è impegnato a stanziare i fondi per la messa in sicurezza.

Assente è stata, invece, la dirigenza ATM la quale ha però inviato un comunicato dove illustrava cosa si sta facendo oggi per la messa in sicurezza. Gli interventi riguardano il censimento di tutti i passi carrai, la loro messa in sicurezza tramite segnali ottici e luminosi, la sostituzione delle traversine ammalorate, di parte dei binari e di qualche elemento della linea aerea.

Si sono poi illustrate le vicende dalla revoca del nulla osta all’esercizio fino al salvataggio in extremis, quando proprio si stava rischiando di dire addio al Frecciarancio. «Dal Primo Maggio, per il rotto della cuffia si è evitata la sorte della Desio», seppur con un servizio ridotto ma indispensabile ad evitare l’abbandono della linea. Leggi tutto “Milano-Limbiate: qualche anno ancora e poi?”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail